Hel, Olio su tela, cm. 140x70, 2019

Dal 25 maggio al 10 giugno 2019 presso il Museo Michetti di Francavilla si è tenuta la V edizione di Mumart, a cura di Giuseppe Bacci, esposizione collettiva in cui ogni artista invitato a partecipare ha esposto due opere. Io ho presentato “Hel” e “Madonne Nere”.

“Hel” nella mitologia norrena è la dea dei morti, rappresenta l’inganno, così come per me lo sono le sirene. Le sue sembianze sono per metà cadaveriche, ed ho trovato soluzione grafica nella sobrietà del nero che tutto assorbe nell’oblio. Le sirene sono tre, dormienti ad eccezione di una, che indaga con il suo solo occhio la menzogna di chi la guarda. Ci sono tante squame e ci sono tra i decori i pesci, elementari bocche che mangiano, piccoli minotauri a cui ora si deve tener conto per lo spazio. “Madonne Nere” invece raffigura la maternità sfortunata di chi non può proteggere i propri figli a causa del proprio contesto sociale, tra i tanti decori di occhi e triangoli vi è una stella di David. Un serpente, che dai suoi colori lascia colare il nero veleno, stringe il collo di una madre che impotente non saprà se riuscirà a vedere il futuro di suo figlio.

 

Madonne Nere, Olio su tela, cm. 80x80, 2018